Swipe to the left

Libro D'oro delle Famiglie di Murano

Stampa
Libro D'oro delle Famiglie di Murano
01 maggio 2019

Il Libro d’Oro venne istituito nel 1605 come registro autentico delle famiglie originarie dell’isola. Già dal 1275 un Podestà incaricato dal Doge di Venezia governava la “Magnifica Comunità di Murano” ed ora veniva affiancato dal Consiglio di Murano, al quale potevano partecipare solamente le famiglie originarie dell’isola. I loro membri si fregiavano ”essere fabbricatori o maestri vetrai, e batter oselle (antica moneta d’oro o d’argento), colla propria arma e col proprio nome.”

Quindi, le Famiglie che erano iscritte nel Libro d’oro, potevano entrare nel Consiglio, esercitare l’Arte del Vetro, accedere a pubbliche cariche e battere moneta con il proprio nome e stemma.

Murano era l’unica che, oltre a Venezia, poteva emettere moneta sotto il dominio della Repubblica Serenissima.

Naturalmente nel Libro d’Oro c’è la Famiglia Barbini con il suo stemma raffigurante due saggi su fondo blu intenti ad ammirare una stella cometa.

Oggi come allora, la tradizione vetraria è intrinseca e fusa con la nostra Famiglia e così quotidianamente da secoli, siamo rivolti a mantenere inalterata l’arte del vetro di Murano, nostro stesso orgoglio.